I dati in linea mostrano che la pressione di vendita sulla Bitcoin è in calo

La pressione di vendita sulla Bitcoin è in calo, poiché l’offerta di BTC sulle borse inizia a diminuire dopo il recente calo
I dati in linea mostrano che la pressione di vendita sulla Bitcoin è in calo
Esclusione di responsabilità: l’opinione qui espressa non è una consulenza in materia di investimenti, ma viene fornita solo a scopo informativo. Non riflette necessariamente l’opinione della U.Today. Ogni investimento e tutte le negoziazioni comportano dei rischi, per cui è necessario effettuare sempre le proprie ricerche prima di prendere decisioni. Non consigliamo di investire denaro che non potete permettervi di perdere.

Bitcoin è ad una giuntura cruciale
Le istituzioni stanno diventando più sicure di sé in BTC
Secondo i dati di Santiment, la pressione di vendita sulla Bitcoin (BTC) sta diminuendo, poiché i flussi di scambio in uscita cominciano ad aumentare ancora una volta.

I deflussi di scambio indicano tipicamente un calo della pressione di vendita sul Bitcoin perché le balene, o gli investitori ad alto valore netto, depositano BTC nelle borse quando vogliono vendere.

Di conseguenza, quando i deflussi di scambio aumentano, significa che le balene stanno sottraendo le loro partecipazioni alle borse. Questo significa che c’è meno BTC sulle borse da vendere, abbassando la pressione di vendita su BTC.

Bitcoin è in un momento cruciale

Bitcoin si trova in una posizione difficile in cui deve superare i 20.000 dollari per vedere un grande rally o rischiare di vedere una fase di consolidamento più lunga.

Per ora, gli analisti di Santiment affermano che il ritiro di Bitcoin a 18.750 dollari è stato accolto con una tendenza incoraggiante degli investitori a ritirare il loro BTC dalle borse. Hanno scritto:

„Nonostante il ritorno di #Bitcoin a 18,75k$ circa 30 minuti fa, qualcosa di incoraggiante che vediamo è la ripresa dell’esodo di massa dell’offerta di $BTC dalle borse. Questa tendenza stava cominciando a invertirsi durante la pausa del Ringraziamento. Quando le monete per qualsiasi bene crittografato vengono spostate verso i portafogli offline, storicamente è stato un segno di fiducia da parte di chi non cerca di vendere“.

Percentuale di Bitcoin detenuta in borsa

Ma il calo dell’offerta di scambio non garantisce che la pressione di vendita possa non riemergere a breve termine. Le balene potrebbero depositare rapidamente Bitcoin in borsa quando vogliono vendere, cosa che è successa quando BTC ha raggiunto i 20.000 dollari.

La continua pressione di vendita delle balene durante l’ultima settimana ha impedito a BTC di superare il suo massimo storico.

Altri dati a catena, come l’indicatore Bitcoin Exchange Flows di CryptoQuant, mostrano che le balene continuano a depositare più BTC nelle borse.

Quindi, mentre l’offerta generale di BTC nelle borse potrebbe essere in calo, la vendita delle balene potrebbe amplificare la pressione di vendita su BTC. Facendo riferimento ai dati di CryptoQuant, il trader di CryptoQuant Sinjin Smith ha detto:

„I forti afflussi di solito sono predittivi di un mercato laterale e possono essere un primo segno di una mossa delle balene leader“. Ho modificato la linea di segnale fino a 1,35 per evitare massicci sell off con una leggera riduzione del ROI. Mi va bene un po‘ meno ROI e mi manca una discarica“.

Le istituzioni stanno diventando più sicure di sé in BTC
Una variabile che potrebbe far ribollire il sentimento intorno a Bitcoin è il consistente afflusso di capitali dalle istituzioni a BTC.

Questa settimana MicroStrategy ha annunciato un altro investimento di 50 milioni di dollari in Bitcoin, dopo aver acquistato circa 425 milioni di dollari nel corso degli ultimi mesi.

Resta da vedere se la crescente fiducia nei confronti di Bitcoin da parte delle istituzioni contrasterà la svendita delle balene. I tecnici suggeriscono anche che si sta avvicinando un massiccio picco di volatilità, e se questo significherebbe che è imminente una correzione o un altro rally resta ancora incerto.